Intervista a Sylar

16 11 2007

Nell’ intervista per “Buddytv” Zacary Quinto parla del suo controverso personaggio Sylar ,dei provini e del finale di stagione(occhio alle anticipazioni quindi!) e molto altro ancora.
Lunedì, 23 aprile 2007
Durante i primi sette episodi di Heroes, i fans sono stati catturati dalla minaccia oscura conosciuta solo come “Sylar”. Il malvagio assassino ladro di cervelli non è mai apparso in piena luce nei primi episodi, si vedeva solo la sottile visiera del suo cappello da baseball. Tutto questo cambiò intorno all’episodio otto di Heroes quando Zachary Quinto si svelò come la faccia del male nel momento in cui Sylar sbucò dall’ombra per minacciare in modo fatidico la cheerleader, Claire (Hayden Panettiere). BuddyTV ha avuto la fortuna di avere l’opportunità di sedersi con Zach per sapere i suoi pensieri riguardo al successo di Heroes, come anche le macchinazioni interne della forza conosciuta come Sylar.

Per iniziare, come hai avuto il ruolo di Sylar?
Ho fatto le audizioni. È stata una tra le varie audizioni che feci in quella particolare settimana, sono andato, ho letto e c’erano tutti, tutti i produttori e gli scrittori erano presenti tranne Tim Kring così, credo che fosse un lunedì, sono dovuto tornare il giovedì successivo a leggere per Tim, Allan Arkush e Dennis e poi credo che circa cinque giorni dopo ottenni la parte. È stato bello; dopo circa una settimana e mezzo dalla mia prima audizione ho avuto il lavoro.

C’è stata molta competizione per quel ruolo?
Sì, non hanno visto tipo cento ragazzi, penso che ne abbiano guardati meno. Non penso sapessero cosa stessero cercando quando iniziarono a selezionare la gente perché c’erano veramente tanti uomini più anziani là, c’erano uomini intorno ai 50, 60 anni e poi vidi anche molta gente che sapevo avere la mia età. Penso che stessero facendo un casting su una base davvero ampia quindi è stato bello che alla fine abbiano scelto proprio me, dal mio punto di vista.

Tra le persone che hanno provato la parte, c’erano anche alcuni nomi conosciuti?
Oh, ne sono sicuro. Non ricordo e onestamente non ho visto tutte le persone che sono state viste, sai sono stato là solo per poco e non so chi è entrato quando non c’ero, sai, l’unica cosa che conta ora è che sono stato scelto io, giusto?

All’inizio, Sylar ha passato molto del suo tempo nell’oscurità, sei mai stato tu quella figura d’ombra?
L’ho interpretato dall’episodio otto in avanti. Ma prima usavano delle controfigure che tenevano al buio.

Parte di ciò che lo rende spaventoso come personaggio è che egli può conciliare completamente il suo lato demoniaco…
Si, precisamente.

È difficile per te bilanciare queste due personalità?
No, questa è una delle parti che preferisco del mio personaggio. Il fatto di camminare su quella linea e trovare quei differenti colori e quei differenti strati nell’esperienza, sai. Penso che sia uno dei migliori aspetti del personaggio, uno dei tanti.

Sicuramente. Hai mai sperato di poter interpretare uno dei bravi ragazzi?
No. Non in questo show. Voglio dire, penso che sia…no davvero no. Per me, questo è esattamente il punto esatto dove avrei voluto trovarmi nella mia carriera e nel lavoro che sto facendo quindi non potrei chiedere nient’altro, niente di meglio.
Beh, per altri versi sembra che egli porti con sé il possibile contrasto di essere stato un bravo ragazzo un tempo, che è stato poi corrotto dalla sua abilità. Prevedi che possa redimersi o è davvero cattivo fino all’osso?
Penso che ci sia un certo punto nel quale attraversi una linea e che sia una cosa…tipo irrevocabile. Non lo so, voglio dire, non so cosa abbiano in mente gli scrittori ma sarebbe probabilmente una specie di sfida a questo punto, sai? Vedremo come andrà avanti. Penso che questa sia una di quelle cose eccitanti riguardo allo show, il fatto che costantemente gli scrittori saltino fuori con delle idee sorprendenti e idee che la gente non si aspetterebbe mai quindi penso che nulla sia fuori questione ma penso anche che Sylar sia andato abbastanza giù per un sentiero per il quale a questo punto, sarebbe molto difficile tornare sui suoi passi.

Quindi quando reciti, fai la parte di qualcuno che si sta facendo controllare totalmente dai suoi impulsi, o pensi che ci sia qualcosa di più nella sua storia precedente che non abbiamo visto e che forse necessita di essere conosciuta?
Io opero in base alle informazioni che ho, che praticamente sono le stesse informazioni che hanno tutti gli altri. Così se ad un certo punto mi dessero altre informazioni allora, le terrò in considerazione per fare delle scelte sul mio personaggio. Nel frattempo penso che sia sicuramente un qualcuno vinto dalla fame e vinto dal bisogno di ricercare il potere e l’importanza e che iniziò tutto un po’ più innocuamente rispetto a come si è evoluto, sai? Ha senso tutto questo? È grammaticalmente corretto quello che ho appena detto? Non lo so, vedremo.

Fame è la giusta parola da tirare fuori a questo punto perché, sono sicuro che te l’avranno già chiesto tante volte ma, Sylar mangia davvero i cervelli delle sue…?
Yummy, yummy, yummy, nel mio stomaco. Non lo so, voglio dire che non hanno mai deciso veramente quale via intraprendere. Ho avuto delle conversazioni con un certo numero di scrittori e produttori riguardo a questo e ho certamente preso la mia decisione, quindi fino a quando non mi diranno dell’altro, andrò avanti con questa informazione che mi è stata data. Sai bisogna vedere più o meno come va e se ad un certo punto non sarà utile al lavoro, se non sarà utile alla storia, allora aggiusterò il personaggio. Nel frattempo so più o meno da dove provengo ma penso che il mistero sia metà del divertimento.

Riguardo a questo, hanno recentemente detto che ogni stagione conterrà la spiegazione di una storia e alcune persone considerano questa stagione come la storia di Sylar, altre la considerano come la storia dell’uomo bomba. Pensi che Sylar rimarrà con noi anche dopo la prima stagione?
Beh, vedremo cosa accadrà. Cioè, penso che solo perché c’è una sola storia, questo non voglia dire che tutti i personaggi non possano farne parte in un qualche modo, giusto? Forse vedi solo quella storia da un angolo differente o vedi un aspetto diverso di quella stessa storia oppure vedi come essa possa coinvolgere persone differenti. Non so davvero quali siano i loro piani a lungo termine. Io so certamente che amerei rimanere il più possibile quindi vedremo come quella strada si rivelerà.
E ora che questa tua personalità super demoniaca è stata resa riconoscibile, come ti si avvicina la gente in pubblico?
Alcune persone sono davvero desiderose di incontrarmi in pubblico e altre sono veramente spaventate, e questo è il riscontro che preferisco, perché tutti quelli che mi conoscono sanno che non c’è effettivamente nulla da temere. Ma penso che questo significhi che sto facendo un buon lavoro e mi piace. Voglio dire che sono felice di intraprendere dialoghi con la gente riguardo allo show. Ma sono felice anche quando il mio lavoro trae fuori quel tipo di risposta dove la gente non vuole avere nulla a che fare con me, perché è tutto basato sul lavoro, quindi sono sempre delle buone news.

E ovviamente tu sai di aver interpretato parti nel passato che non si avvicinavano minimamente a questa. Come la tua parte in So Notorious. Come ti senti riguardo al contrasto? È stato difficile per te fare il salto da quel tipo di ruolo a questo?
No, per niente. Voglio dire, è per questo che faccio quello che faccio. È la parte migliore dell’essere un attore il sorprendere te stesso e sorprendere le aspettative della gente nei tuoi riguardi. Sono grato di poter lavorare con persone che hanno quel tipo di immaginazione e di previdenza che li ha portati a notarmi, a vedere quel tipo di personaggio in me. Sai, penso che un mucchio di gente a Hollywood tende a rimanere bloccata dalle aspettative della gente e io considero un vero regalo il fatto di lavorare con persone che non hanno niente a che fare con quel tipo di inclinazione. Queste sono persone che usano la loro immaginazione e non ne hanno paura ed è abbastanza eccitante. Penso che sia per gran parte la ragione del successo di questo show.

Precisamente. Che telefilm ti ha portato più riconoscimento pubblico, 24 o Heroes?
Sicuramente Heroes. Voglio dire, questo è un altro livello per me artisticamente e anche professionalmente. Sai 24 era grande e io entrai nella terza stagione, quando il telefilm aveva già delle basi solide. È un grande show, è stato eccezionale allora ma credo che il mio ruolo in quello spettacolo fosse sicuramente molto più periferico e meno esposto. E penso che io abbia molto più da fare in questo show. Rientro maggiormente nella storia e mi sento di più una parte del gruppo. Sono stato parte dello show non dal vero inizio, non dal primo giorno ma poco più avanti fin dalla prima stagione, quindi mi sento molto più parte della famiglia rispetto a prima. Invece con 24 quando sono entrato, nella terza stagione, era già un successo e tutti si conoscevano già; io mi sono semplicemente inserito, come dovevo.
E lo sai che questo è un tipo di spettacolo che ha risonanza con il “pubblico del comic” e roba simile. Sei stato trascinato dentro l’intero circuito di convention?
Non sono stato trascinato senza volerlo. Ho fatto una convention finora, ne farò un’altra questo weekend. Sai per me è davvero divertente. Sono una persona a cui piace stare a contatto con la gente, mi piace molto parlare a persone interessate a ciò che facciamo. Penso che ci sia qualcosa di davvero gratificante in questo. So che ci sono degli attori a cui non interessa per niente tutto questo e a cui piace starsene da soli…beh sai io penso che lo show abbia così tanto successo grazie al riscontro che ha con la gente e se ho l’opportunità di incontrare quelle persone, ringraziarle e parlare con loro riguardo a quello che sto facendo, allora sono più che contento di fare un favore. Voglio dire non so se ne farò un’abitudine, ma penso che un paio di volte all’anno, andare fuori e incontrare un po’ di fans, dare un’occhiata, sì penso sia bello.
Ora questo tuo far parte di storie incentrate sul mistero, ti ha portato ad avere richieste di spoiler da molte persone?
Oh sì, tutti vogliono sapere cosa succederà. Ogni intervista che faccio la gente dice, “allora, dicci cosa succede.” E io rispondo che non posso dire cosa accade perché dovete guardarlo! Ma sì, la gente vuole sapere. Alcune vogliono davvero sapere, ad altre non interessa tanto, sai certe persone davvero non vogliono sapere niente. È come se tutto, tutti avessero un tipo di marchio del tipo “sì, dimmi cosa succederà” e altre persone del tipo “no non dirmelo devo guardarlo”. Ovviamente noi non abbiamo il permesso di dire niente quindi non svelerò le mie carte.

Hai degli amici o membri della tua famiglia che sono grandi fans?
Sì, molti miei amici sono veramente grandi fan dello show. La mia famiglia lo guarda perché ci sono io e di conseguenza diventa fan. Non so dire se sarebbero diventati fan accaniti se non ci fossi stato io. Ma ora che ci sono, loro sono totalmente con noi al cento per cento.

A che punto siete della registrazione, a che episodio siete arrivati?
Abbiamo iniziato il 22. Oggi è il mio primo giorno nell’episodio 22 e faremo gli ultimi due episodi di fila. Sai il 22 e il 23 sono gli ultimi due episodi della stagione quindi praticamente è come se fosse un evento di fine stagione lungo due settimane. Così sta diventando una cosa abbastanza epica, cioè posso essere su una strada di città ora, e vedere tipo 20 taxi e automobili e il traffico fermarsi e siamo precisamente sul lato più grande della produzione televisiva in base alla mia esperienza.

Sarà diviso in due parti o sarà un finale di due ore?
Sarà diviso in due parti. Quindi ci sarà, non sono sicuro esattamente sulle date, penso il 21 l’episodio finale. Quindi il 14 maggio ci sarà l’episodio 22 e il 21 maggio l’episodio 23. Molti show televisivi chiudono la stagione con l’episodio 22; quindi ne ordinano 13 e poi altri 9; con noi ne hanno ordinati 13 e poi altri 10. così ci hanno dato un episodio extra praticamente.

-Jon Lachonis, BuddyTV Senior Writer
Tradotta per Telefilm-Central da Mara Remondini

Fonte: telefilm-central


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: